Slowmusic
Con questo si chiude il festival che è stato intenso di proposte e nuove scoperte  
Slow music

La sesta edizione di Slow Music è un atto di “resistenza” contro una certa idea di omologazione e livellamento dei generi musicali e dell’offerta culturale e turistica, che vuole proporre al pubblico solamente musica e concerti di un certo tipo, che porta gli enti a ridurre al silenzio artisti che non vogliono seguire questo percorso e allo stesso momento cancella i piccoli concerti o festival che non accettano di andare in questa direzione di globalizzazione.

Ricetta musicale senza cottura

Prendere un luogo simpatico, adatto alla manifestazione. Scegliere degli artisti sconosciuti o poco conosciuti in Ticino. Aggiungere una buona amplificazione e delle luci simpatiche ma discrete. Accogliere il pubblico mettendo a disposizione dei posti a sedere. Offrire una programmazione varia per soddisfare le orecchie più o meno sensibili. Mescolare il tutto e otterrete una rassegna piacevole.



Perché Slowmusic?

Sono stati i supermercati ad “obbligare” i clienti ad sentire la musica senza ascoltarla. Il cervello disturbato dal rumore di sotto fondo coinvolge l’acquirente a spendere senza riflettere più di quel tanto. Così dicono gli esperti. Ovunque e ad ogni momento si sentono dei suoni non sempre piacevoli visto che lo scopo non è di fare scoprire la musica, ma di alleggerire il porta moneta.

Anteprima programma

Visita la pagina dettagliata del programma Slowmusic 2018

5 luglio
BANDALPINA Italia

19 luglio
ARIA-FILIZTEK DUO Kurdistan – Francia

26 luglio
QUARTETTE DRAILLES Francia

9 agosto
DANILO BOGGINI TRIO Svizzera

16 agosto
MARISTELLA PATUZZI Svizzera

23 agosto
PIEDIMANI Francia – Spagna

28 agosto
VALLA-SCURATI DUO Italia
Torna su

Con il sostegno della città di Bellinzona


Comune di Bellinzona Giornale del popolo Raiffeisen
Raiffeisen SwissLos
Ristorante Corona
Amigos
graficadidee.ch